COMUNICATO STAMPA 7 novembre 2016

Strade interrotte, querce secolari abbattute, abitazioni rimaste isolate. E’ pesante il bilancio dei danni della tromba d’aria che ieri sera si è abbattuta anche sulle Valli del Sorbo, il sito di Interesse comunitario (SIC), l’area più prestigiosa del Parco di Veio. I guardiaparco lavorano da ieri sera per cercare di riportare alla normalità la zona, ma non si tratta di un lavoro semplice. Il tornado ha lambito il Santuario del Sorbo sradicando diversi alberi e abbattendo un muro, risparmiando per fortuna lo stesso santuario quattrocentesco, dove diversi fedeli che erano a messa sono rimasti isolati a causa degli alberi che impedivano di passare. Sono stati gli stessi guardiaparco a tagliare i rami e a rimuovere i tronchi d’albero caduti sulla strada per consentire ai fedeli di tornare a casa utilizzando la via per Campagnano. Ma la strada del Sorbo che collega Campagnano a Formello è tutt’ora interrotta a causa della caduta di diverse piante d’alto fusto, perlopiù querce che hanno invaso la carreggiata per un tratto di oltre un centinaio metri. Guardiaparco, Comuni di Campagnano e Formello e Protezione civile stanno lavorando per rimuovere i tronchi. Qualche casa è stata scoperchiata, qualche famiglia tagliata fuori dai collegamenti stradali ma non ci sono stati danni alle persone. Il bilancio dei danni ambientali è però grave. Sono diverse decine gli alberi secolari letteralmente strappati via dalla furia del vento, alberi di pregio che facevano parte del patrimonio ambientale dell’area protetta.
Le Valli del Sorbo sono uno dei luoghi più conosciuti e frequentati del Parco di Veio, spesso scelto come teatro di riprese cinematografiche o televisive. Il Parco sta vagliando con la Regione Lazio i possibili strumenti per avviare un progetto di piantumazione di nuovi alberi in sostituzione di quelli sradicati dal vento.
Anche la provinciale Sacrofano Cassia, la strada dichiarata di interesse storico, che collega le due consolari Cassia e Flaminia, non è stata risparmiata dal tornado. Diversi platani sono stati sradicati o spezzati dalla tromba d’aria di eri sera.