E’ giunto all’ undicesima edizione l’appuntamento più atteso dell‘autunno francigeno di Formello: la “Festa di San Martino, riti, cibi e vino”. L’evento che si terrà il 12 e 13  novembre prossimi, è patrocinato dall’Ente Regionale Parco di Veio.  Cantastorie, stornellatori, musicisti, banchi di artigianato, stand enogastronomici, cantine aperte con il vino novello: grazie a questi ingredienti i visitatori potranno riscoprire la storia, la leggenda, l’artigianato e le tradizioni dell’agro veientano. Al centro della Festa di San Martino saranno i temi della solidarietà e dell’accoglienza. Solidarietà in sintonia con la figura del Santo che, spogliatosi di tutti i suoi

Foto:M.Battistelli-www.mbfoto.com

Foto:M.Battistelli-www.mbfoto.com

averi, divise il suo mantello con un povero.  L’accoglienza è la vocazione di Formello, ultima tappa della Via Francigena prima di giungere a Roma.  In questa edizione la solidarietà non poteva che essere rivolta alle popolazioni del centro Italia ancora duramente colpite dal terremoto. Con quella gente Formello ha legami antichi e indissolubili. Quest’anno oltre ai produttori locali, saranno presenti quelli provenienti dai luoghi martoriati dal sisma, che con i loro stand potranno promuovere e vendere i propri prodotti.  Inoltre, nella preparazione del menù della festa, verranno usati guanciale, lenticchie e ciauscolo provenienti da quei territori. A dare il via ai festeggiamenti sarà il Convegno: “Ripartiamo dalle radici – territori e tradizioni tra sviluppo e solidarietà”, alle ore 16.00 di sabato nel cortile dello storico Palazzo Chigi, un momento per ascoltare testimonianze dirette e riflettere su come poter sostenere, in modo concreto, la ripresa economica di quel cuore pulsante della nostra Italia, attraverso un approfondimento delle tipicità enogastronomiche di quelle regioni. Seguiranno mostre, corsi, spettacoli e laboratori, tutti all’insegna della riscoperta della nostra storia e delle nostre tradizioniSaranno tantissime le attività dedicate ai più piccoli: gioco, riciclo, arte, tutela dell’ambiente, senza dimenticare la pigiatura dell’uva. Per tutto il borgo di Formello saranno esposti i lavori dei bambini dell’Istituto comprensivo Barbara Rizzo.  Il laboratorio di bird feeding “Cip cip pappatoia” previsto per domenica 13 alle 11,30 è organizzato dal Parco di Veio: i bambini costruiranno una mangiatoia per uccellini.La festa si concluderà domenica sera con il tradizionale incendio del fantoccio e con i giochi di fuoco.  

La festa di San Martino è organizzata dal Comune e dalla Proloco in collaborazione con la Cooperativa Sociale Sinergie, con il contributo della BCC di Formello e Trevignano Romano e la partecipazione di tante associazioni del territorio.

 

 

Questo sito utilizza solo i cookie tecnici. Continuando a navigare sul sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Leggi di più Ok